×
Gerani rosa e viola in vasi di pietra davanti a un vetro con cornice nera.

7 Tips per proteggere i Gerani dal freddo

I Gerani sono piante robuste e molto semplici da curare, con i giusti accorgimenti possono fiorire in abbondanza fino all’autunno. Resistono molto bene al caldo, ma per niente al freddo, difatti la loro crescita s’interrompe sotto i cinque gradi.

I Gerani sono piante robuste e molto semplici da curare, con i giusti accorgimenti possono fiorire in abbondanza fino all’autunno. Resistono molto bene al caldo, ma per niente al freddo, difatti la loro crescita s’interrompe sotto i cinque gradi.

Di seguito 7 suggerimenti proposti dagli esperti di Pelargonium for Europe (l’associazione impegnata nella campagna divulgativa dedicata alle piante di Geranio e attiva a livello europeo) su come proteggere i Gerani dal freddo.

Consiglio 1: non acquistare i Gerani troppo presto!

Quanto prima si comprano le piante, tanto più a lungo si dovrà fare attenzione alle condizioni atmosferiche e tanto maggiore sarà il rischio che subiscano danni dal freddo. Ma tutto ciò dipende anche da dove si vive e dalla rapidità con cui arriva l’estate. In ogni caso il suggerimento universale è quello di non acquistare i Gerani troppo presto, perché finché sono ancora in serra, sono ben curati.

L’alternativa ai Gerani da esterno sono quelli Nobili, che crescono bene in casa e danno un tocco estivo già all’inizio dell’anno. Se invece si decide di non voler aspettare la bella stagione, è bene prendere degli accorgimenti specifici per proteggerli dal freddo.

Vasi con zonali di diversi colori, gerani ornamentali a foglia e gerani nobili su una trave di legno davanti a una parete di legno.

Consiglio 2: posizionare i Gerani vicino alle pareti esterne della casa

In questo modo il calore residuo dell’abitazione renderà le temperature più sopportabili per le piante. Questo accade perché i muri accumulano il calore tra il giorno e la notte, bilanciandone le differenze di temperatura.

Gerani arancioni e rosa in vasi di terracotta davanti a un muro di pietra.

Consiglio 3: non interrare i Gerani

Proprio perché l’aria fredda si muove verso il basso, motivo principale per cui in tarda primavera si crea la brina sul terreno. È dunque meglio posizionare i fiori estivi su cassette, tavoli o panchine, ovvero in punti strategici rialzati.

Consiglio 4: collocare i Gerani sotto una tettoia

L’aria fredda si muove verso il basso e lì si raccoglie. Se i Gerani vengono posizionati di conseguenza sotto a un tetto, l’aria fredda non arriverà direttamente sulle piante. È però sempre importante ricordarsi di porre i Gerani in un piano rialzato.

Consiglio 5: coprire i Gerani la sera

Un telo da esterno o un lenzuolo impedisce alle piante di prendere freddo durante la notte. Anche una scatola di cartone posta sopra i vasi funziona. Importante rimuovere poi la protezione durante il giorno, in modo tale che i Gerani ricevano abbastanza luce.
Se tutto ciò diventa poi troppo impegnativo, il telo può essere lasciato sulle piante anche durante il giorno.

Consiglio 6: posizionare i Gerani al riparo dal vento!

Tra tutti i luoghi della casa, la ringhiera del balcone è probabilmente il luogo più esposto al vento e alle intemperie. È quindi importante utilizzare sempre un telo da esterno per evitare che il vento entri in contatto con le foglie. Questo aiuta i Gerani a sopravvivere alle basse temperature.

Gerani rosa su una ringhiera metallica di una terrazza sul tetto in città.

Consiglio 7: spostare i Gerani all'interno delle case

Se si dovesse verificare un’ondata di freddo inaspettata e tutte le misure descritte finora non sono d’aiuto, non si ha altra scelta se non quella di spostare temporaneamente i Gerani all’interno della propria abitazione, di un garage o di una casetta da giardino, al riparo dal gelo.

Gerani viola in un cesto di vimini davanti a una vecchia finestra di legno turchese in giardino.
Gerani rosa e viola in vasi di pietra davanti a un vetro con cornice nera.

Cosa succede se i Gerani restano esposti al gelo per molto tempo?

È sufficiente rimuovere le foglie danneggiate dal freddo e prestare maggiore attenzione alle previsioni del tempo. Se gli steli e le radici sono intatti, le piante si rigenereranno.

Durante la tarda primavera solitamente non è necessario proteggere le piante dal gelo. Se invece volete svernarli, è bene spostarli in casa al più tardi possibile, ma comunque in tempo alle prime gelate. Tagliare poi i germogli, eliminare il fogliame danneggiato e mantenerli il più possibile al fresco. Non è quasi necessario annaffiarli durante l’inverno.

Gerani e gelate

Queste piante non tollerano il freddo perché non è presente nel loro habitat naturale. Il parco nazionale della “Table mountain” a Città del Capo in Sudafrica ospita gli antenati di queste meravigliose piante ornamentali. In questi luoghi piove poco e la temperatura media annuale è di 25 gradi Celsius e durante l’inverno le gelate si presentano molto di rado.

Venite a trovarci su Facebook, Pinterest e Instagram.

no active widgets